Crea sito

Salerno:arriva il freddo artico a Capodanno! Neve e gelo, la conferma dei meteorologi

Svolta gelida nevosa con l’arrivo del nuovo anno. Al momento si tratta di una tendenza che gli esperti dovranno aggiornare nei prossimi giorni, ma gli esperti parlano dell’arrivo certo del freddo russo siberiano. Un ribaltone meteo, per dirla in gergo tecnico, che potrebbe rendere speciale, innevato l’inizio anno di molti italiani. Il cambiamento ci sarà, o almeno è previsto ad oggi, nella notte di San Silvestro. Lo dicono gli esperti che annunciano un deciso abbassamento delle temperature e l’arrivo di una perturbazione artica per fine anno che porterà la dama bianca su molte regioni, anche a bassa quota. 

Nei prossimi giorni

Quelli di questa settimana, dunque, saranno gli ultimi giorni di questo 2018 all’insegna del bel tempo grazie all’alta pressione che si estenderà su buona parte dell’Europa Occidentale. Però, come riporta ilMeteo,it, un nuovo cambiamento è previsto proprio per la notte di San Silvestro. Da domani a domenica il tempo sarà suscettibili di variazioni a causa di un atmosfera piuttosto dinamica in questo periodo. Ci sarà il sole e temperature in leggero aumento, specie al Centro-Sud. Successivamente proprio per l’ultimo dell’anno ci aspettiamo un ingresso impetuoso di correnti nord-orientali,dalla porta della Bora, che soffieranno intense sui nostri settori adriatici e poi tirrenici. Dalla sera, inoltre, sono attese precipitazioni, anche nevose fino a quote collinari, tra Marche, Abruzzo e Puglia. Il maltempo poi si estenderà proprio nella notte anche al resto del Sud, con rovesci in particolare su Calabria meridionale e Sicilia.

A Capodanno. L’irruzione artica

A Capodanno il freddo continuerà ad affluire da Nordest e si farà sentire in particolare sulle pianure del Nord con valori diffusamente sotto lo zero. Ultime precipitazioni potranno interessare le regioni adriatiche, la Calabria e la Sicilia settentrionale. Altrove invece l’alta pressione garantirà bel tempo, con prevalenza di sole, salvo per possibili nebbie al Nord e nelle valli del Centro.

La notte di San Silvestro, ribaltone meteo

E così l’inizio del 2019 potrebbe risultare davvero gelido a causa dei movimenti su grande scala con il ritorno del freddo e della neve.

IlMeteo.it comunque annuncia che “per la fine dell’anno e Capodanno aria più fredda di origine polare potrebbe fare irruzione in Italia facendo presagire un inizio di nuovo anno all’insegna del gran freddo”.

Le neve, la previsione

La neve potrebbe arrivare “entro la Befana”, ma ricorda che si tratta di “proiezioni sul medio lungo periodo, quindi suscettibili di variazioni”. 3bmeteo.com afferma che  “sarà proprio durante l’ultimo giorno dell’anno che un impulso freddo in discesa dall’Europa settentrionale affonderà fin sul Mediterraneo provocando condizioni di instabilità su alcune delle nostre regioni” con nevicate a quote basse. Ma anche 3bmeteo.com “vista la distanza temporale”, invita a seguire gli aggiornamenti.

Le previsioni del tempo per Santo Stefano.

Mercoledì 26 dicembre – dice il Centro Epson Meteo – nuvolosità variabile comunque alternata alle schiarite tra Puglia, Lucania, Irpinia e nordest della Calabria.

Temperature minime in calo di 2- 6 gradi al Centro Sud, al Nord e nelle valli interne del Centro: valori intorno allo zero anche alle basse quote con conseguenti deboli gelate.